ECE R44/04

L’etichetta ECE R44/04 di omologazione europea

L’etichetta arancione ECE R44 garantisce che i seggiolini auto siano omologati nel rispetto di requisiti minimi di sicurezza stabiliti appunto dalla normativa europea ECE R44. L’etichetta di omologazione può indicare, in alternativa, che il seggiolino è stato omologato conformemente ai nuovi standard di sicurezza i-Size (UN R129) che garantiscono prestazioni ancora migliori in tema di sicurezza.

Avvertenza: dall’aprile 2008, tutti i seggiolini auto fabbricati prima del 1995 e omologati ai sensi delle norme ECE R44/01 e 44/02 sono diventati obsoleti e ne è proibito sia l’utilizzo che la vendita. È possibile utilizzare esclusivamente i seggiolini muniti dell’etichetta arancione di omologazione europea ai sensi delle normative ECE R44/03, ECE R44/04 e i-Size (UN R129).

Cosa indica l’etichetta ECE R44/04 di omologazione ?

  1. Il seggiolino soddisfa i requisiti richiesti dalla Normativa Europea sulla Sicurezza. L’etichetta può riportare la dicitura ECE R44/03 o 04.
    Le omologazioni ECE R44/01 o 02 non sono più legalmente valide e, dal 2008, è proibita la vendita e l’utilizzo dei seggiolini che le riportano. Oppure l’etichetta dei seggiolini auto più recenti può riportare la scritta i-Size (UN R129).etichetta-ece-r4404
  2. Per quanto concerne i seggiolini con etichetta ECE R44, sono previsti tre tipi di omologazioni: “Universal”, “Semiuniversal” e “Veicolo specifico”. “Universal” significa che il seggiolino è omologato per l’installazione in ogni tipo di vettura. È tuttavia sempre consigliabile verificare che si adatti bene alla vettura specifica. Vedere anche la sezione seguente su “Le tipologie di omologazione”.
  3. Omologazione per peso (gruppo). Se è presente la lettera Y, significa che il seggiolino è dotato di un dispositivo di ritenuta a 5 punti con spartigambe.
  4. Marchio di omologazione europea.
  5. Indica il Paese in cui è stata ottenuta l’omologazione: 1 = Germania, 2 = Francia, 3 = Italia, 4 = Paesi Bassi, ecc.
  6. Numero di omologazione. I primi due numeri (04) indicano la versione della normativa secondo la quale il seggiolino è stato omologato, in questo caso ECE R 44/04.
  7. Numero univoco assegnato al modello specifico di seggiolino, utilizzato per il collaudo e per la tracciabilità.
  8. Dati di produzione: settimana e anno, in questo caso settimana 7 del 2006.
  9. Codice articolo del produttore.
  10. Codice EAN.
  11. Codice a barre.
  12. Nome del produttore.

Tipologie di omologazione: Universal, Semiuniversal o veicolo specifico

Per determinare se un seggiolino è adatto alla propria auto, sono previste tre tipologie di omologazione: “Universal”, “Semiuniversal” e veicolo specifico. L’omologazione “Universal” indica che il seggiolino è stato omologato e può essere utilizzato in ogni tipo di vettura. L’etichetta di omologazione indica a quale categoria appartiene il seggiolino.

Omologazione universale (“Universal”)
Il seggiolino è omologato per l’utilizzo su tutti i veicoli che soddisfano le normative ECE R14 e R16. Nel caso di seggiolini Isofix, questi devono utilizzare i punti di ancoraggio Isofix, compresi la cinghia antiribaltamento superiore, denominata Top tether, o il piede di supporto. Il manuale dell’auto deve chiaramente indicare che il veicolo è adatto all’uso di “seggiolini per bambini con sistema di ritenuta Isofix universale”.

Omologazione semi-universale (“Semiuniversal”) 
L’omologazione semi-universale indica che, oltre ai requisiti standard, sono previsti altri dispositivi di aggancio del seggiolino, che richiedono un collaudo aggiuntivo. Ad esempio: su alcuni veicoli possono essere presenti vani portaoggetti nel pavimento che possono influenzare il comportamento del piede di supporto del seggiolino. È quindi necessario verificare che la propria auto sia inclusa nell’elenco dei veicoli adatti fornito dal fabbricante del seggiolino.

Omologazione per veicolo specifico 
Il seggiolino è stato testato in crash test dinamici specifici per il modello di auto in questione ed è omologato solo per queste vetture. L’auto in cui verrà utilizzato deve essere elencata fra i modelli specifici approvati dal fabbricante. Questo tipo di seggiolino potrà includere caratteristiche o funzioni particolari, adatte solo a determinati modelli di auto.

ne europea